“ ASSOCIAZIONE CILENTO & DINTORNI “
DEI CUOCHI CILENTANI
_________________________________________________

TITOLO I – Costituzione- sede- struttura
ART.1
E’ costituita un’associazione denominata “Associazione Cilento & Dintorni” dei Cuochi Cilentani, con sede provvisoria nel “comune di Castelnuovo Cilento “ presso ex Municipio
L’Associazione potrà stabilire Sedi di rappresentanza in altri luoghi.
La durata dell’Associazione è illimitata.
ART.2
L’associazione è apolitica, indipendente e senza finalità di lucro o profitto.
Possono aderire all’ Associazione tutti i cittadini che ne faranno richiesta.
TITOLO II – Scopi e Attività
ART.3
L’Associazione ha per scopo:
a. raccogliere ed unificare intorno ad essa persone, enti, fondazioni, istituzioni, aziende o altre associazioni per dar vita ad uno spirito unitario al fine di raggiungere maggior prestigio per il Cilento;
b. preservare e tutelare il Cilento come territorio e con esso le sue tradizioni;
c. promuovere attività che favoriscono lo sviluppo del territorio con ogni mezzo: incontri, dibattiti, assemblee, congressi, sia direttamente che con pubbliche manifestazioni o per mezzo della stampa;
d. promuovere informazione e formazione delle persone, per mezzo delle attività meritorie dei nostri cuochi;
e. istituire corsi di cucina e eno-gastronomia e tutte le attività ad essa connessa;
f. progettare, organizzare e gestire attività di formazione, di aggiornamento e di riqualificazione professionale di giovani cuochi e/o altri lavoratori già inseriti in aziende e attivarsi per preservare rapporti di collaborazione con Associazione che perseguono gli stessi fini;
g. valorizzare e preservare i prodotti tipici e tradizionali del Cilento in qualsiasi fase della loro produzione;
h. preservare e divulgare le linee guida della “dieta mediterranea “
i. ottenere dalle pubbliche autorità e dagli imprenditori privati del settore il riconoscimento morale e giuridico, nonché l’aiuto necessario per poter istituire una “casa famiglia “ per bambini disagiati e abbandonati;
j. ottenere dalle pubbliche autorità e dagli imprenditori privati del settore fondi per poter realizzare un “ Museo Cilentano di Arte & Sapori “;
k. istituire un fondo di previdenza con il quale intervenire economicamente a sollievo dei soci bisognosi o a persone segnalate dall’associazione.
l. istituire una banca dati per gli associati e le aziende del settore , dove si può attingere personale o posti di lavoro.
m. istituire un Laboratorio di cucina dove si può sperimentare e accrescere le conoscenze della cucina del territorio e principalmente preparare addetti esperti della “dieta mediterranea “.
n. creare un centro di ristorazione dove gli associati possono aderire per poter sperimentare e consumare dei prodotti tipici e nuove elaborazioni di piatti cilentani.
o. eventuali diritti di libri, riviste, pubblicazioni o altro materiale sono di proprietà dell’Associazione.
TITOLO III – ASSOCIATI
ART.4
L’Associazione è composta:
da Soci Fondatori, Effettivi (o professionisti ), Allievi,
Onorari, Benemeriti e Sostenitori.
ART5
La qualità di associato si perde :
  • per dimissioni
  • per morosità
  • per indegnità
  • per radiazione
ART.7
Gli associati sono tenuti :
a- all’osservanza scrupolosa dello statuto
b- al versamento della quota associativa
c- a prestare, se richiesta, la propria opera per il raggiungimento degli scopi sociali.
ART. 8 ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
a- Soci Fondatori
b- Assemblea Generale degli associati
c- Consiglio Direttivo
1) – I soci Fondatori sono coloro che hanno ideato e promosso l’Associazione.
I Soci Fondatori, nelle persone di GIOIA GIGINO, COCCARO EMILIO,
MARROCCO OSVALDO , GIAQUINTO MICHELE, SABATINO CRESCIULLO
conservano a vita tale qualità, ed esercitano tutti i diritti dei soci ordinari condividendone i doveri.
Per il primo biennio essi fanno parte del Consiglio Direttivo, con le cariche cosi suddivise:
a- Presidente ; GIOIA GIGINO
b- vice- presidente ; COCCARO EMILIO, MARROCCO OSVALDO
c- vice – presidente;GIAQUINTO MICHELE, CRESCIULLO SABATINO
– I vice- presidenti alla lettera “a “ saranno responsabili del settore “Cilento & Dintorni.
– I vice- presidenti alla lettera “b “ saranno responsabili del settore Cuochi Cilentani .
I soci fondatori nella loro qualità di “fondatori “ copriranno per sempre tale carica , ma saranno affiancati da soci eletti dall’Assemblea affinché vengano distribuite equamente altre cariche per costituire la Giunta Esecutiva guidata da un amministratore.
Qualora i sopraindicati “soci- fondatori”, vogliono rinunciare alle loro cariche devono comunicare tale circostanza , con lettera scritta e firmata evidenziando le motivazioni, indirizzata alla persona del Presidente, che provvederà a dare ad altri tale incarico. Questa scelta non pregiudica la posizione di socio-fondatore.
2) L’Assemblea è costituita dai soci effettivi , essi hanno diritto al voto
(se in regola con la quota associativa ) , per l’attribuzione delle cariche del Consiglio Direttivo. La durata delle cariche è di quattro anni, ed è possibile essere rieletti.
3) Il Consiglio Direttivo è formato dai Soci fondatori, e dai Soci Effettivi eletti dall’Assemblea.
I componenti del Consiglio Direttivo restano in carica quattro anni.
La loro nomina deve essere autorizzata e ratificata dai Soci Fondatori,che possono esprimere anche parere contrario, in questo caso si procederà ad una nuova elezione.
Il parere o il giudizio dei soci fondatori è inappellabile.
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta al mese su convocazione del Presidente, ed ogni qualvolta egli lo reputi opportuno.
– Il Presidente è tenuto a convocare il Consiglio Direttivo, entro dieci giorni, su eventuale richiesta di almeno un terzo dell’Assemblea.
– Il Consiglio Direttivo, è l’organo permanente dell’ Associazione
e delibera su qualsiasi argomento, ad esso spettano tutti i poteri dell’ordinaria e straordinaria amministrazione;
in particolare:
a) su proposta del Presidente e il consenso dei Soci Fondatori, nomina i componenti del C.D. ;
b) su proposta del Presidente, nominare anche persone estranee all’Associazione, ove c’è ne la necessità;
c) predisporre il bilancio consuntivo e preventivo;
d) attribuire altre cariche fra i suoi membri;
e ) affidare incarichi anche a persone fisiche o giuridiche estranee all’Associazione, per il reperimento di sponsor e per l’organizzazione delle molteplici attività associative; convegni, congressi, corsi di cucina, corsi di eno-gastronomia, corsi di ristorazione in qualsiasi settore .
Le commissioni esterne all’Associazione non hanno potere decisionale, salvo esplicita autorizzazione del Consiglio Direttivo.
f ) su proposta del Presidente, nomina il Tesoriere che autorizza spese correnti e acquisti secondo le indicazioni del Consiglio Direttivo, e ne annota ogni movimento su appositi registri . le operazioni finanziarie devono essere autorizzate del Presidente i vice-presidente e il tesoriere.
g ) su proposta del Presidente, emana norme e regolamenti all’interno dell’Associazione per il raggiungimento dello scopo sociale;
Stabilisce la quota associativa, che in nessun caso è rimborsabile,
I soci non in regola non possono partecipare alle attività dell’Assemblea.
ART 9 MODIFICA DELLO STATUTO O SCIOGLIMENTO
a ) Per proposte di modifica del presente statuto occorre convocare l’Assemblea Generale dei Soci, che dovranno essere presenti almeno i due terzi ( 2/3 ) di questi ;
b ) L’Assemblea delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti;
c ) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberata dall’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci, che con voto favorevole di almeno quattro quinti (4/5) di questi. In caso di approvazione l’Assemblea Generale dei Soci delegherà il Presidente alla nomina di un liquidatore e ne determinerà i poteri.
d ) Il Patrimonio dell’Associazione servirà per pagare eventuali creditori,
e il restante dovrà essere devoluto ad altra Associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo
di cui l’art. 3 comma 190 della legge n. 662 /1996 e salva diversa destinazione imposta dalla legge.
ART. 10
Per quanto non previsto espressamente da questo Statuto, si fa riferimento alle disposizioni contenute nel codice civile e nelle altre leggi vigenti.
L’Associazione terrà :
a ) un libro associati;
b ) un libro verbali delle Assemblee
c ) un libro verbale del Consiglio Direttivo
d ) un libro mastro
e ) un libro inventario
Le risultanze dei detti libri faranno piena prova nei rapporti tra Associati e nei confronti di terzi.
Gli Associati avranno diritto di esaminare i suddetti libri e di attenerne estratti a proprie spese .
ART. 11 – CONVOCAZIONE DEL I° CONSIGLIO DIRETTIVO
Sono disposte e assegnate le seguenti cariche :
1- PRESIDENTE : GIOIA GIGINO, nato a Capaccio il 13 ottobre 1961 e residente in Capaccio in via Precuiali n° 10
(c.f. GIO GGN 61 R 13 B 644 Z )
2- VICE PRESIDENTE (CILENTO & DINTORNI ) :
COCCARO EMILIO, nato a Valle dell’Angelo il 1 novembre 1941
e residente Valle dell’Angelo in via Trieste n° 1
( c.f. CCC MLE 41S01 G 540 A )
3- VICE PRESIDENTE (CILENTO & DINTORNI ) :
MARROCCO OSVALDO ,nato a San Mauro Cilento il 18 agosto 1956
e residente in San Mauro Cilento in Via Provinciale, n°7
(c.f. MRR SLD 56 M 18 I O31 H )
4- VICE PRESIDENTE (ASS, CUOCHI CILENTANI ) :
GIAQUINTO MICHELE ANIELLO, nato a Locarno (Svizzera )
il 20 febbraio 1969, residente in Pisciotta alla via Passariello n°8
(c.f. GQNMHL 69B20 2133X )
5- VICE PRESIDENTE (ASS, CUOCHI CILENTANI ) :
SABATO CRESCIULLO, nato a Vallo della Lucania, il 01 gennaio 1960
residente in Pattano all via S. Filadelfo, n°86,
( c.f. CRS SBT 60 A 01 L 628E )
I SOCI FONDATORI
Gioia Gigino……………………………………………………………………………………
Coccaro Emilio………………………………………………………………………………
Marrocco Osvaldo ……………………………………………………………………..
Giaquinto Michele……………………………………………………………………..
Cresciullo Sabato ………………………………………………………………………